LIFESTYLE / TIPI DA SPIAGGIA

giovedì, giugno 28, 2012

Less is more.
Regola per me d'oro soprattutto se si va al mare, non tutti però sembrano essere d'accordo.

L'analisi di qualche comportamento da me mal sopportato.


QUELLE CHE IO IN SPIAGGIA CI VADO SULLE ZEPPE:
Grazie al cielo il fenomeno Crocs è ormai un lontano e inglorioso ricordo, quella che invece non sembra  mai passare di moda è la scuola di io al mare ci vado sulle zeppe. Le ciabattine con le zeppe non mi piacciono a prescindre, non ho mai capito però come certe signore preferissero queste calzature per avventurarsi sugli scogli di Leuca, non propriamente pianeggianti. Due settimane fa di ritorno dal mare ho, con non poco stupore, trovato una ragazza su per giù della mia età che ne indossava un paio.
Per me solo e soltando semplicissime infradito flat. Alternativa espadrillas se al mare ci vado in giornata.

Cristina Parodicon gioielli



QUELLE CHE UN GIOIELLO è PER SEMPRE:
Divisa tra l'ossessione del non avere brutti segni causati dall' abbronzatura, in spiaggia tolgo qualsiasi anche lontano parente di gioiello/bijoux. In realtà non è nemmeno solo una questione di sole ma di praticità, io al mare voglio sentirmi libera e nature (non troppo s'intende). Dunque bracciali, anelli e co. (ho visto ragazze sui giornali ritratte mentre facevano il bagno con orecchini chandelier) sono per me banditi. In vacanza c'è la sera per la modalità Madonna dei miracoli in processione.








QUELLE CHE IL CESTO è SOLO PER I PANNI SPORCHI:
Ilary Blasi con Neverfull
Se si chiamano borse da spiaggia ci sarà un motivo? Holly Golightly direbbe senza ombra di dubbio che anche la Neverfull al mare fa cafona, ad ogni età! Ironia a parte, non mancano certo le proposte in tema 'borse e cesti di spiaggia' (io preferisco quest'ultima opzione) dunque perchè usare una borsa da 500 euro per metterci l'asciugamano magari ancora umido?

QUELLE CHE DATEMI UNO SPIEDO IO FACCIO IL POLLO:
Ok diciamolo, per la maggior parte di noi l'abbronzatura è una vera ossessione e ogni estate cerchiamo ogni stratagemma prima, per conquistare la tintarella e successivamente per mantenerla. C'è un limite però anche all'uso dell'olio solare. Ho visto umani più lucidi di un pollo tolto dallo spiedo, ungersi ogni dieci minuti con la pelle già color cioccolato. Raccapriccianti.


QUELLI CHE GRAZIE DECATHLON:
La spiaggia è spiaggia non un campeggio. Fenomeno che ho più che altro avuto modo di osservare al sud Italia è quello della tenda da campeggio, in spiaggia. Non una tenda piccola perchè la famiglia, si sa è numerosa; dunque una tenda spaziosa che giustamente possa ospitare un tavolo dove pranzare tutti allegramente all'ora di pranzo senza abbandonare l'ottimo posto guadagnato in riva al mare.  Fenomeni per cui continuo ad apprezzare i miei adorati e ostili scogli leucani.

La lista sarebbe ancora lunga ma mi fermo qui.

Leggi anche questi

4 commenti

  1. vogliamo parlarne di quelle che mettono stivali e foulard?
    io la penso esattamente come te...anzi a volte sono talmente "less is more" che non porto neanche la borsa! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione avevo scordato gli stivali. Superano le zeppe senza ombra di dubbio, sono raccapriccianti!
      Quanto alla borsa spesso anche io non la porto;-)

      Elimina
  2. Bravissima! Non potrei essere più d'accordo (e al riferimento di Holly ho pensato: "ehi,ehi!Io l'ho capita!!!" ahahahah)

    RispondiElimina

Iscriviti