QUESTIONE DI SGUARDO / RACHEL MCADAMS - secondo lucy

QUESTIONE DI SGUARDO / RACHEL MCADAMS

giovedì, agosto 02, 2012




NOTE:
Forse sarà il mio ultimo post di agosto. Dai togliamo anche il forse. Sarà il mio ultimo post. Domenica finalmente parto. A quanto pare in Turchia la wifi la regalano! Scherzo, però è gratis in tutti gli alberghi (e no, non vado all'Hilton) dunque chissà magari riesco a postare qualche cartolina live sul mio blog e su Instagram (@secondolucy). Have a great summer!
  ----------


Avete visto il film My name is Tanino? In caso contrario ve lo consiglio vivamente perchè è un film leggero, divertente, ironico e pulito. La protagonista di questo film (italiano) magari vi sarà sfuggito ma è Rachel McAdams. Di strada nel frattempo ne ha fatta e questa ragazza classe '78  sta inanellando una serie di successi che l'hanno resa una delle attrici del momento.



Parliamo di stile però. Rachael come Natalie Portman non è molto sofisticata nella vita di tutti i giorni, e spesso ha un look al limite del trasandato; azzecca però, a mio parere, gli abiti delle occasioni importanti. Ciò che però me la rende simpatica e me la fa giudicare una bella donna è qualcosa che va al di là di come porta un abito sul tappetto rosso.
Il suo sguardo, sempre di quello parliamo, conquista seppur in modo diverso da Natalie Portman. Ha un sorriso che trasmette allegria e spensieratezza, un viso da ragazzina che cela l'età ormai non più post adolescenziale  (ha 34 anni). Come dico spesso di alcune, fortunate, persone ha lo sguardo che sorride anche quando evidentemente non è quella la sua intenzione. Sembra decisamente una ragazza divertente e alla mano.
La trovo semplicemente adorabile.

CIò che le invidio (oltre l'ex ragazzo vedi sotto) sono i suoi capelli camaleontici che sia rossa, bruna, bionda o perfino rosa; che abbia il caschetto, il carrè o i capelli lunghi, che li lasci ricci o lisci è sempre bellissima e in quel momento pensi sia anche naturale salvo poi ricordare che il mese prima era magari bionda.









Nella vita reale ha fatto coppia con Ryan Gosling (nato come Rachel a London in Canada) sua partner nel film che li ha resi famosi al grande pubblico (Le pagine della nostra vita) e i due sembravano decisamente un bella e pazza coppia. Si sono lasciati e tornati insieme per qualche mese. Ora lui sta con Eva Mendes (ammetto che non ce li vedo bene insieme) e soprattutto è il primo candidato in lizza per intepretare Mr. Grey nella traposizione cinematografica di 50 sfumature di grigio (poteva mancare il fim?). Lei invece fa coppia con Martin Sheen conosciuto sul set di Midnight in Paris. Chissà però che non ci sia un nuovo ritorno di fiamma in futuro.

Rachel quest'anno si è fatta apprezzare tra l'altro in Midnight in Paris dove interpretava la borghese e un po' superficiale ragazza di Owen Wilson, in Sherlock Holmes - Gioco di ombre ancora una volta nei panni dell'affascinante ladra Irene Adler e in The Vow nei cinema attualmente (tradotto ancora una volta male in italiano con La memoria del cuore). Il film, un po' troppo smielato per i miei gusti, merita di essere visto quantomeno per la storia vera che racconta tratta dal libro scritto dagli stessi protagonisti.
Sarà inoltre la protagonista di To the Wonder, il nuovo film di Terrence Malick (The Tree of Life per citare il suo ultimo discusso film) e ironia della sorte Ryan Gosling sarà invece tra gli attori del film che dovrebbe iniziare a girare lo stesso Malock nel 2013.

Non ho forse ragione nel dire che il suo sguardo conquista?

Leggi anche questi

8 commenti

  1. Risposte
    1. Ma grazie:-) Ti ho risposto (coincisamente ehhh) nel post di 50 sfumature, scusa gli immancabili errori di battitura;-)

      Elimina
  2. Sinceramente l'apprezzo molto di più sulle tonalità del biondo, ma ciò non toglie che è vero, ha davvero un bellissimo sguardo!
    Buone vacanze! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io forse castana.
      Grazie mille anche a te:-)

      Elimina
  3. Ho visto il trailer di "La Memoria del cuore" e mi sono angosciata. C'è da dire che se sono triste e sconsolata sono in grado di vedere in solitudine film del genere. Romantici, sdolcinati, causa di pianti e piagnistei. Però se già il trailer genera angoscia, voglio proprio vedere come sarà questo film :D

    Ps: buone vacanze :)

    http://almenounmilionediscale.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti assicuro non è assolutamente un film angosciante:-) Vai a vederlo. Io non avevo visto il trailer ma letto un articolo du Vanity Fair con le foto dei protagonisti veri.

      p.s.grazie

      Elimina

Iscriviti