CINEMA / TUTTI I SANTI GIORNI

lunedì, ottobre 15, 2012


Una bellissima storia d'amore. Raccontata con delicatezza.



E pensare che non volevo vederlo. Ammetto che il trailer non mi aveva entusiasmato e mi ero stupita, avendo visto (ed essendomi piaciuti) quasi tutti i film di Virzì degli ultimi anni.
Questa commedia della vita mi ha invece stupito, toccato e investito. La semplicità di un racconto che attraverso la difficoltà di Antonia e Guido di avere un bambino racconta anche l'amore di due persone completamente diverse ma perfettamente incastrate. Il tutto con delicatezza e una comicità da commedia umana che sono calibrate al punto giuste, non si prova (o meglio non ho mai provato) l'angoscia di altri film che raccontano temi analoghi. Forse perchè appunto per me non è un film su una coppia che desidera un figlio ma un film su una coppia.

Bellissima la colonna sonora interpretata da Thony cantante prestata al cinema e a Virzì per questo film.




Leggi anche questi

4 commenti

  1. Ecco questo mi manca, devo rimediare! Invece questa settimana ho visto Ted di cui mi è piaciuta l'idea e ho trovato divertenti alcune battute ma non riesco mai a digerire del tutto la comicità americana fatta di parecchie volgarità gratuite. Ho visto anche Killer Joe...non so se ne hai sentito parlare...assurdo ma non da buttare!

    RispondiElimina
  2. "un film su una coppia". Diciamo che con questo mi hai incuriosita e con tutti questi post sul cinema direi che è proprio ora che io ci vada!!

    RispondiElimina
  3. ciao cara e grazie per il commento...
    concordo pienamente con te, la francia è meravigliosa e tutta da visitare!
    In queste ultime settimane ho postato alcune cose sulla Normandia, i cimiteri americani, la casa di Monet e il giardino giapponese di Giverny.
    E ho ancora molto da postare!
    Dacci un'occhiata per uno spunto per il tuo prossimo viaggio!

    A presto

    RispondiElimina
  4. Ciao vengo dal blog di donna con fuso e mi sono fermata perchè il bianco del tuo blog infonde calma e l'eleganza mi fa credere che al mondo c'è gente ancora sobria e con gusto. Non ho visto il film ma conosco il libro da cui è trattao di Simone Lenzi "Generazione" viasto che conosco il problema dell'infertilità. Il mio blog parla di questo e non solo, poichè odio le etichette, e le categorie. Mi hanno detto che il film come il libro ha una nota positiva alla fine e che la coppia si ritrova al di là del progetto figlio. Essendoci passata dico che questo è il passo più difficile.
    A presto.
    Raffaella

    RispondiElimina

Iscriviti