LIFESTYLE / UNO STILE TANTI STILI

martedì, ottobre 16, 2012




Ho le idee chiare su cosa mi piace e cosa no.
So di averle, l'ho sempre pensato come ho sempre pensato di sapere cosa volevo, o perlomeno di saperlo con chiarezza nel momento in cui lo volevo.


Eppure, eppure guardando un po' di riviste di arredamento, girovagando per Pinterest (social che non mi ha preso molto ma che trovo per le ricerche di questo genere,  maledettamente utile) mi sono resa conto che mi piacciono stili e cose tra loro diversissime.
Possibile?

Ogni volta che mi imbatto in una foto di interni shabby style ne rimango affascinata, pur consapevole che non è lo stile che si addice a me o che vorrei a casa mia. O perlomeno lo pensavo.

So cosa non mi piace: il binomio black & white che ricorre nell'arredamento di una casa dai piccoli ai grandi dettagli. Non mi piace l'essenzialità, l'effetto albergo con tutto rigorosamente ordinato, gli angoli studiati nei particolari e i libri posti sui tavolini con l'aiuto della bolla. Il tutto design o il tutto Ikea.

Mi piacciono i colori, gli scrittoi antichi, le grandi librerie piene di libri. I vasi (colorati anche questi e meglio se di Venini), i quadri, i wall stickers (almeno nella prima casa che immagino avrà uno stile più giovanile), gli oggetti di design mischiati al vintage.
Credo di aver reso l'idea, lo stile shabby poco si sposa con quanto elencato; eppure sogno davanti le foto postate da molte ragazze. Sarà normale?

Dovrei avere più case per soddisfare stili che tra loro non c'entrano nulla? La conclusione è che lo stile shabby potrei adattarlo al bagno, sempre che non si debba avere una coerenza anche nei vari ambienti della casa. Forse si, si dovrebbe avere.

Speriamo allora che nel passaggio da rivista, ispirazione, pinterest ad una casa vera e propria le idee chiare si facciano largo da sole.




 
 
 
 







 

Leggi anche questi

10 commenti

  1. Secondo me il vero specchio dell'anima è proprio la casa perciò mi deve rappresentare al 100%. Non sopporto le case fredde sia per necessità,sia per scelta perchè non mi trasmettono nulla.Sembrano solo un luogo di passaggio mentre io ho bisogno di percepire sensazioni, ricordi e tanto altro. Io amo lo stile shabby anche se ora che è di gran moda mi ha un pò stancato...spero che per quando farò casa mia sia passato così sarò di nuovo decisa a seguire questa strada. Alla tua descrizione di "casa ideale" e in particolare arredamento, aggiungerei giusto un pizzico di kitsch che non guasta mai e che a casa mia visti i vari souvenirs,sarà inevitabile :)

    RispondiElimina
  2. Io penso molto alla mia futura casa e come te mi chiedo se per tutto quello che vorrei mi serviranno più appartamenti.
    So per certo che sarà ricca di stili diversi: mi piace molto comprare arredamento artigianale (che per ora si limita a lampade o fermalibri). Mi piace sapere che ogni cosa ha una sua storia legata ad un giorno, un'occasione, un'emozione. Ecco, non vorrei fare un viaggio da ikea, riempire il carrello e sentirmi a posto. No no :)

    RispondiElimina
  3. A me sembra che invece tu abbia le idee chiare anche in questo caso, solo che il TUO stile non è in nessuna di queste riviste, di queste foto. Io lo vedo, ma un pezzo in questa foto, un pezzo in quell'altra... Tu ce l'hai nella tua testa e quando sarà il momento di arredare una casa tua verrà fuori con naturalezza. Ne sono sicura.

    RispondiElimina
  4. Voto per più case e più stili. Io sogno da sempre un attico moderno, una casa in campagna stile country, un appartamento piano terra tipico delle casette residenziali di certe periferie americane modello signora in giallo secondo l'umore.
    Raffaella

    RispondiElimina
  5. possibilissimo. E te lo dice una che sta cercando di dare un tocco di personalità a un appartamento tutto ikea e che un giorno vorrebbe il vaso di ortensie e rose e candele e quello dopo minimal e moderno...

    RispondiElimina
  6. sisi è super possibile! non allarmarti eheh!
    c'è un nuovo post sul mio blog, ti va di passare?

    RispondiElimina
  7. Lo stile shabby mi incanta terribilmente, ma no, in casa mia proprio non lo vorrei, lo trovo basico ma intriso di dettagli totalmente inutili e superflui (quelli che in Piemonte si chiamano ciapapuer, oggetti fatti per prendere la polvere). Sogno invece una casa con antichi mobili in legno massiccio, tappeti, camino e una cucina da invidia... insomma, cose semplici, no? ;)

    RispondiElimina
  8. Credo anche io poi tutto verrà naturale avendo la materia prima sotto mano:-)

    RispondiElimina
  9. Ho il tuo stesso problema, sono convinta di uno stile colorato un po' vintage e molto personale, ma quando vedo certe foto... Cambio idea all'istante!! Così ho deciso che la soluzione è fare l'arredatrice proprio per poter ogni volta scegliere uno stile diverso!

    ps: sono contenta di aver trovato un'altra blogger veneziana ;)

    http://ordinarysilly.blogspot.it/

    RispondiElimina

Iscriviti