QUESTIONE DI STILE / AUDREY TAUTOU

venerdì, novembre 09, 2012




Il nome Audrey (scelto dai genitori in onore della protagonista di Colazione da Tiffany) era già destino di stile ed eleganza.
Audrey Tautou, per molti semplicemente Amélie Poulain, di Audrey Hepburn ricorda la fisicità, i tratti minuti, il portamento, il visetto da cui emergono grandi occhi neri e non per ultimo un grande talento di attrice.

Il favoloso mondo di Amélie è, nemmeno a dirlo, il mio film preferito. L'unico visto innumerevoli volte, l'unico di cui ho il dvd, l'unico che guardo ogni volta che LA7 trasmette, l'unico che mi tira su di morale nelle giornate tristi e di cui so le battute a memoria. Ricordo ancora la prima volta che l'ho visto con un'amica francese, a cui invece non era piaciuto e non mi spiegavo il perchè.
Ho da sempre l'intera colonna sonora nell'Ipod e mi disturba quando viene sfruttata in tv, per qualche servizio strappalacrime.

La protagonista era lei Audrey Tautou, nata 36 anni fa a Beaumont nel dipartimento del Puy-de-Dôme nell' Auvergne (zona che ben conosco), la sua Amélie aveva uno stile talmente unico e a tratti pittoresco, da risultare perfetta ed entrare nel cuore e nelle cineteche di molte ragazze.

Io Audrey non ho mai smesso di seguirla, ho visto quasi tutti i film usciti in Italia al cinema (L'appartamento spagnolo, Una  lunga domenica di passioni, Il codice da Vinci, Coco Avant Chanel) e in dvd quelli usciti solo come blockbuster ( M'ama non m'ama, Ti va di pagare?, Beautiful lies,  e la lista continua). Abbastanza quindi per affermare quanto Audrey sia brava e versatile.

Non a caso è una delle attrici più famose di Francia e spesso ha recitato in produzioni internazionali anche grazie alla popolarità (postuma) del Favoloso mondo di Amélie, e poi del tanto attesto Codice da Vinci.

Testimonial (prima di Brad Pitt) del profumo Chanel N. 5 posa molto spesso per editoriali di moda in cui appare nel perfetto ruolo di modella. Sul red carpet predilige invece abiti dallo stile vintage, perfetti per la sua fisicità, o in alternativa abiti corti; difficilmente la si vede in abiti lunghi stile Hollywood (più scontati) e spesso scelti dalle colleghe.
Nelle occasioni più informali Audrey sceglie invece i pantaloni capri o palazzo, magari abbinati a bluse o giacche nel perfetto rispetto del black and white dettato da Coco.

Negli anni ha cambiato spesso (e giocato) con il taglio di capelli, dal caschetto squadrato di Amélie al taglio mascolino avuto per anni (ora in voga vedi Anne Hathaway, Ginnifer Goddwin, Michelle Williams ) fino alla piega anni '20 per tornare ancora una volta ad uno stile vintage.

Riservata, semplice e raffinata,  non l'ho mai trovata eccessiva e ho apprezzato ogni sua scelta perchè sempre perfettamente in linea con la sua persona e la sua fisicità (in quanto a stile).
Non si è minimamente lasciata incastrare dai meccanismi hollywoodiani (affermando dopo Amélie che Hollywood non aveva bisogno di lei) rimanendo nella sua Parigi e in un'intervista del 2011, aveva confessato di volersi prendere un periodo di riposto per dedicarsi alle sue altre passioni.

Io credo che anche Mademoiselle Gabrielle Coco Chanel avrebbe approvato Audrey.














foto da Vogue Russia, Marie Claire Uk, Elle Francia e Google

Leggi anche questi

12 commenti

  1. adoro lei e adoro il film, delizioso e da rivedere sempre, invece non ho visto il codice da vinci...hai trovato delle immagini molto belle, comuqnue se un giorno avrò una bambina la chiamerò Audrey anch'io...non ho dubbi. baci

    RispondiElimina
  2. Mi piace tantissimo lei e il suo stile, e il Favoloso mondo di Amélie è in assoluto il mio film preferito!

    RispondiElimina
  3. mi piace davvero tanto lei con tutto quello charme e lo stile parisienne :)

    ps, new post :)
    http://martsharingideas.blogspot.it/2012/11/the-foulard-watch.html

    RispondiElimina
  4. Grazie per avermi fatto conoscere meglio questo personaggio: ha effettivamente una spaventosa somiglianza con Madame Coco, forse per quella bellezza graziosa che non ti aggrediscee, forse per la fisicità esile, forse per lo stile boysh e controcorrrente... Mi piace tantissimo coi capelli corti corti

    http://lifeincurl.blogspot.com

    RispondiElimina
  5. non sai quanto piacere può farmi questo post, perchè io l'adoro.
    Il favoloso mondo di Amelie manco a dirlo è il mio preferito ed esattamente come te, quando sono un pochetto giù, quando le cose non vanno per il verso giusto io metto su il dvd e mi sento bene, mi fa allontanare completamente dal mondo, dai pensieri da tutto. Il suo è un personaggio stupendo.
    Anch'io ho guardato i suoi film e sono stata immensamente felice quando è stata scelta per portare Chanel sul grande schermo... non mi sarebbe venuta in mente attrice più azzeccata!

    Adoro il suo stile e da tanto pensavo di farci un post su, ti avviso se tra qualche tempo lo vedi...non è plagio solo una grande passione in comune per il suo stile innato ;)!

    p.s.= sono sempre più curiosa di conoscerti, avremo parecchie cose di cui parlare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma figurati sarò contenta di leggere le tue impressioni e apprezzare le tue scelte su Audrey;-)

      p.s. eh si mi sa che andremmo proprio d'accordo:-)

      Elimina
  6. Non posso che concordare con te!
    Adoro Amélie e l'ho visto decine di volte, ho anche io l'intera colonna sonora sull'ipod che ascolto spessissimo e adoro lei come attrice in quanto non solo estremamente versatile come hai detto tu, ma anche perché ha uno stile che a me piace davvero tanto!

    RispondiElimina
  7. lei è adorabile e non potevano darle un nome più azzeccato! L'ho adorata in Amelie!!!

    www.mytouchofclass.net

    RispondiElimina
  8. Non ho ancora capito se mi piace del tutto come attrice, ma come donna mi sembra splendida. Una delle poche che non si è adattata allo standard!

    RispondiElimina
  9. lei è strepitosa. raffinata ed elegante

    http://nonsidicepiacere.blogspot.it/

    RispondiElimina
  10. Davvero molto carina!

    http://thestyleattitude.blogspot.it/

    RispondiElimina

Iscriviti