CINEMA / THE MASTER

mercoledì, gennaio 09, 2013



Il mio anno, era finito male cinematograficamente e non è iniziato meglio.
L'altra sera l'idea era di andare a vedere il film diretto da Robert Redford, ma un'amica lo aveva già visto, così abbiamo optato per The Master, che già alla Mostra del Cinema del Venezia (dove ha vinto il Leone d'argento la Coppa Volpi ex aequo come migliore attore) volevo andare a vedere.


Il film va visto, Joaquin Phoenix con la sua interpretazione vale il prezzo del biglietto.
La storia avrebbe dovuto ricordare la nascita e lo sviluppo di una dottrina simile a Scientology, o almeno questo mi ero immaginata leggendo la trama. Con un ritmo lento, a tratti decisamente noioso, The Master racconta invece il rapporto tra Freddi, marinaio segnato dal lavoro e dalla guerra, dall'alcol e da una famiglia disagiata e Lancaster ideatore della Causa, una religione che cerca nel passato (e nell'ipnosi) le risposte ai problemi degli adepti. Un uomo alla deriva e quello che ne vorrebbe essere il salvatore (Se trovi il modo di vivere senza servire un padrone, qualunque padrone, faccelo sapere. Saresti il primo uomo sulla terra.)
La storia non decolla, e il film si rivela infine una piccola delusione.


Leggi anche questi

3 commenti

  1. Uno dei film peggiori che ho visto da settembre 2012! Io ho visto anche the company you keep e pensavo che in quanto a lentezza sarebbe stato difficile da battere e invece the master ce l'ha fatta benissimo! Una delusione sotto ogni punto di vista. I primi 20 minuti sembravano non finire mai, mi chiedevo se prima o poi ci sarebbe stato qualche dialogo. L'interpretazione di Phoenix è ottima ma sinceramente non è il primo film che vedo con lui protagonista in cui recita la parte di un mezzo matto....sono sempre più convinta che in parte lui lo sia di natura senza bisogno di nascondersi dietro ad un copione ;)

    RispondiElimina
  2. devo vederlo sn curiosa...quello di Redford cmq è molto bello, vedilo se ti capita ;)

    RispondiElimina
  3. Dai non lo distruggiamo questo film che, secondo me ha una fotografia spettacolare (soprattutto un paio di scene di Freddie sul mare nella rete e con la testa in giù verso il mare) e un'interpretazione magistrale di Phoenix. Il cuore del film non è sulla storia nè sul messaggio di Scientology (e non credo che Anderson avesse questo obiettivo), ma sulle storie personali di due uomini che si trovano, si curano a vicenda (o almeno ci provano), si mandano al diavolo, si perdono ma si cercano di nuovo e si riscoprono fra le loro fragilità psicologiche. Certo a tratti è lento e non arriva ai livelli del Petroliere e Magnolia, ma secondo me va visto. Oggi vado a vedere Tornatore, l'hai visto? Il migliore della stagione per me resta Argo!! STUPENDO!!

    RispondiElimina

Iscriviti