CINEMA / HER

venerdì, marzo 28, 2014


Un futuro che non è poi così lontano però, per una volta, niente tutine in lattice argento o navicelle spaziali che fluttuano nel cielo. Solo una connessione costante e totale con il proprio computer.

Quello che colpisce di Her è la normalità della vita di Theodore e della sua quotidianità, che rende naturale anche la sua relazione con Samantha, un sistema operativo.
Un storia d'amore, nata dalle ceneri di un matrimonio dolorosamente finito, destinata per sua natura a non durare, ma non per questa meno emozionanente e vissuta. Un rapporto, che porta Theodore a conoscere più se stesso e capire gli errori del passato, attraverso anche la crescita della stessa Samantha.

Un racconto delicato, fatti di immagini e frammenti (con una perfetta fotografia) in cui Joaquin Phoenix emoziona e coinvolge, e in cui non mancano momenti di riflessione e critica verso un futuro che è dietro l'angolo.

Her non delude, tocca e appassiona con la naturale stravaganza della sua storia.


Leggi anche questi

0 commenti

Iscriviti