DIARIO / COME QUANDO CI SI CONOSCEVA ALLO SCOGLIO - secondo lucy

DIARIO / COME QUANDO CI SI CONOSCEVA ALLO SCOGLIO

mercoledì, agosto 06, 2014


Uno dei regali di compleanno più in voga per noi bambine degli anni '90 erano i set per scrivere le lettere. I più belli avevano i fiorellini e la carta profumata. Io e mia sorella ne avevamo sempre più di uno,  e lei era solita finirli prima di me per scrivere lunghe lettere alle amiche conosciute al mare.

Passavamo tutta l'estate a Leuca, il gruppo di amici e cugini era sempre lo stesso e in particolare lei ( di tre anni più grandi di me) aveva una fitta corrispondenza con una ragazza del posto, a cui non mancava di inviare cartoline e lettere.

Ora le lettere non si scrivono più, al massimo qualche mail. Le cartoline non si comprano perchè si può condividere instaneamente una foto appena scattata. Le amiche nuove non si incontrano durante una lunga estate al mare perchè si lavora, e non possono esistere più le estati al mare. 

Nostalgia? No. Tutto ha un suo tempo. E mi è venuto in mente tutto ciò perchè ultimamente sto coltivando amicizie nate grazie ai tanto demonizzati social network. Anche grazie ad un blog possono nascere amicizie a distanza, come quelle di quando si era bambini e ci si trovava da ogni parte di Italia a dividere uno scoglio. 



Ieri ho trascorso un'allegra serata al Forte (documentata, as usual, su Instagram) con Bri e Giulia, questo weekend passerò due giorni ad Ancona con Erika e Serena di Lens & Anything Else. 

Tutto nato per caso e probabilmente con una buona dose di fortuna nell'essersi trovate con passioni comuni, e nel non essersi trovate insopportabili una volta conosciute di persona. 

Ma il caso fa parte della vita, e anche quando si tornava allo scoglio l'anno dopo qualcuno magari non c'era più, e qualcuno di nuovo era arrivato.



Leggi anche questi

0 commenti

Iscriviti