DIARIO / DI MODI, TEMPI E ASPETTATIVE

lunedì, gennaio 19, 2015



Questione di pelle: gennaio non mi piace. 
A dirla tutta credo di non piacergli troppo nemmeno io. Non sono da gennaio, tutto qui. Ho bisogno di novità, ma ancora di più di deciderle io. Ho bisogno di carburare, di prendere i miei tempi, di elaborare ciò che mi accadrà. Gennaio non ti da modo e tempo. 
Gennaio inizia che è già finito, porta per sua prerogativa la novità di un nuovo anno, un nuovo numero e gli strasischi di feste, celebrazioni e bilanci. I miei gennaio ultimamente portano cambiamenti a cui adattarsi, improvvisi e quindi dubbi.

Da gennaio dovrei imparare che anche quello che non posso controllare, su cui non posso avere aspettative, magari poi si rivela meglio del previsto




Le novità per me sono quasi sempre sinonimo di aspettative, sarebbe strano non averne, sarebbe strano non pensare per una volta a come potrà evolversi una situazione,  aspettare solo che succeda. Non sarei io, non sarebbe il mio modo di godermi la novità e di fantasticarci su. Le novità devono essere lunghe attese a cui prepaparasi con una giusta dose di sogni che non si realizzeranno mai. 
Le novità non dovrebbero essere improvvisi tornadi a cui adattarsi. 

Perchè si io devo avere sempre l'ultima parola, anche nelle decisioni altrui. A novità indesiderata combatto con un'altra novità decisa da me. 
Cambiamenti che fanno pensare che febbraio sarà decisamente meglio. 

Leggi anche questi

0 commenti

Iscriviti