SHOPPING / QUANDO ASPETTAVAMO I SALDI

lunedì, luglio 06, 2015

saldi su anthropologie.eu
Mentre gli americani celebravano l'Indipendence Day, noi ci festeggiavamo come ogni anno l'inizio dei saldi estivi. O forse no?
Lontani i tempi in cui attendevo i saldi per fare acquisti in libertà (o meglio questa era la sensazione perchè il budget c'era sempre), la data di inizio svendite termine che suona già retrò o meglio vintage, non è più da salvare in calendario. Non è la crisi o il primo weekend di piena estate che tutti preferiamo, se si può, trascorrere al mare è questione di nuovi abitudini.
Lo shopping è sempre più online,  e attratte da newsletter promozionali e codici sconto acquistiamo in saldo (o almeno pensiamo di farlo) tutto l'anno.



Così ecco che quella parolina magica Saldi, ha perso un bel po' di appeal e nonostante anche io in tempi non sospetti preferissi sempre il mare, mi sono resa conto che ormai da qualche anno non cerco più su Google la data di inizio di quello che era un piccolo evento di metà estate.

I tempi, o forse più semplicemente il fast-shopping, lo stesso fenomeno per cui se entri in un negozio con i saldi puntualmente ti innamori di una blusa che fa parte della nuova collezione e quindi non è scontata (cose che prima di Zara non esistevano, perchè la nuova collezione poteva essere solo quella invernale).

Forse si stavamo meglio quado aspettavamo una data.

Leggi anche questi

0 commenti

Iscriviti