VIAGGI / AMSTERDAM - secondo lucy

VIAGGI / AMSTERDAM

venerdì, aprile 15, 2016


Mi avevi già convinta alla stazione.

Con Amsterdam è stato proprio così, amore dal primo momento. E il primo momento e il primo sguardo sono stati quelli goduti dalla bella e rinascimentale stazione dei treni.

Una città che sa conquistare dalla stazione per me vince già facile. Notoriamente i piazzali delle stazioni non sono mai il migliore biglietto da visita. Ad Amsterdam però tutto è diverso mi sono convinta, e assume un fascino che solo questa città può avere.
Una città che è molto più di un quartiere a luci rosse e un coffee shop.


Le case di mattoni con le ampie finestre illuminate sui pittoreschi canali, le case sull'acqua e i ponti. Ogni angolo di Amsterdam è una cartolina, ogni angolo è bello e non si rischia mai di interrompere tutto d'un colpo la magia: perchè Amsterdam è così in tutte le sue vie e quartieri. Anche quelli più residenziali con le panchine di legno fuori e le aiuole piene di fiori.

Amsterdam è caotica nelle piazze centrali e nelle piste ciclabili dove gli olandesi sfrecciano tra maldestri turisti alle prese con la bici, e tranquilla e serafica appena si gira l'angolo e si ammirano le stradine con le famose case di mattoni. 


DA NON PERDERE:

VAN GOGH MUSEUM
I quadri di Van Gogh sono presenti nei più famosi musei del mondo, ma questo museo dedicato all'artista olandese vi da la possibilità di esplorare e appronfondire il suo percorso artistico e personale. Molto bella la prima parte dedicata agli autoritratti e meritvoleve anche la struttura.


CASA DI ANNA FRANK
Io avevo escluso la visita alla Casa di Anna Frank perchè non riesco quasi mai ad affrontare questo genere di museo (anche a Berlino non è stato facile). Alla fine siamo andati perchè Lui ci teneva e sono contenta anche di esserci stata. Il racconto è delicato e manca (mio timore iniziale) ogni tipo di mercificazione. La coda può durare ore, e dal 1 maggio si potrà entrare fino alle 15.30 solo con biglietto acquistato online. Consiglio vivamente come abbiamo fatto di noi di comprare i biglietti anche solo il giorno prima così da entrare subito.

AMSTERDAM IN BICI
Chiunque sia stato ad Amsterdam vi avrà parlato della moltitudine di biciclette che ad ogni angolo della città, per non parlare del bicy park della stazione, occupano le strade. Per quanto siate preparati non renderà mai l'idea dello spettacolo che vi si presenterà sin dalle prime ore in città. La bici per gli abitanti di Amsterdam sembra una vera estensione degli arti. Decidere di girare in bici vi permetterà di vivere meglio la città e godervela appieno su e giù per ponti e canali.

Si noleggiano bici ad ogni angolo di strada. Se non siete molto pratici chiedete una bici con i freni sul manubrio. Io ho preso le bici gentillmente offerte dalla mia padrona di cas di Airbnb, e le bici erano in tutto e per tutto olandesi, quindi con freno a pedale e all'inizio (mi era già successo a Berlino) ci vuole un poì di pratica. Sulle piste ciclabili sono ammessi anche i motorini e gli olandesi ovviamente sulle bici sfrecciano.


RIJKSMUSEUM
Il museo più grande di Olanda conserva alcune grandi opera come il famoso Ronda di Notte di Rembrandt e altri dipinti importanti della scuola olandese. Si visita tranquilllamente in due ore, due ore e mezza ed è nella bellissimo e verde quartiere dei Musei. A due passi dal Museo di Van Gogh e dalla famosa scultura iAmsterdam.


CROCIERA SUI CANALI
Turistica è un po' turistica perchè negarlo. Però vi da la possibilità, a seconda del giro che scegliete, di vedere una parte dei Amsterdam (quella di EYE - The Film Museum e di Nemo) che altrimenti non vedreste.
Uno sguardo dalla citttà dalla barca è d'obbligo.



INFO PRATICHE:

Anche ad Amsterdam c'è la possibilità di acquistare una un card, la iAMSTERDAMCARD che include già i biglietti di visita ai musei e per i trasporti.
Come sempre consiglio di valutare bene cosa si ha intenzione di visitare perchè non sempre queste tessere sono poi così convenienti.
Si può acquistare quella con validità di 1 giorno,  2 giorni o 3 giorni. Nel mio caso ho optato per i 3 giorni anche per una speciale promozione online a febbraio, ma la scelta non si è rivelata giusta. Amsterdam si deve visitare anche in bici, e uno dei tre giorni non abbiamo dunque usufruito dei mezzi di trasporto.
Rijksmuseum e la Casa di Anna Frank non sono inclusi nella card e quindi dovrete acquistare separatamente i biglietti
Fate prima quindi una lista delle attrazioni in generale che pensate di visitare e solo dopo valutate se ha senso acquistare la tessera o i singoli biglietti e abbonamenti trasporti (molte delle attrazioni infatti previste dalla card sono puramente turistiche es. Il museo dei Tulipani).
Per qualsiasi cosa optiate i biglietti per i musei è obbligatorio prenderli in anticipo perchè le code possono durare anche ore.


TRASPORTO DALL'AEROPORTO
L'aeroporto di Schiphol è molto ben organizzato e facile da girare, nonostante la sua grandezza. Una votla arrivati seguite la segnalatica per i treni e acquistate alle macchinette i biglietti per la stazione centrale di Amsterdam al costo di 3,90. Il viaggio dura circa 15 minuti e dalla stazione partono tutti i tram per raggiungere le zone delle città. Se però soggiornate in centro sarà facile che in pochi minuti a piedi siate al vostro albergo.

ALBERGO O CASA?

L'importante è prenotare! Amsterdam è una meta super inflazionata soprattutto nei weekend e dagli inglese che sfruttano i voli lowcost dalla vicina Londra. Qunado ad inizio febbraio ho iniziato a cercare un albergo o un appartamento su Airbnb per i primi di aprile (quindi con ben due mesi di anticipo) ho avuto un po' di problemi e limiti di offerta, e anche i prezzi non sono così economici come si pensa.

Io ho optato per una casa vista canale e trovo sempre molto comoda la soluzione Airbnb, gli alberghi sono ovviamente più cari se non prenotati con mesi di anticipo.

DOVE MANGIARE:

A presto con la mia Amsterdam Foodie Guide.



Leggi anche questi

0 commenti

Iscriviti