MODA / GLI ANELLI DI MVP CREATIONS

giovedì, settembre 29, 2016



C’è stato un tempo (e qui si leggono tutti i miei nuovi 30 anni) in cui nutrivo una smodata passione per gli orecchini. Non c’era viaggio in cui non ne acquistassi di nuovi, chiunque dovesse farmi un regalo aveva la strada spianata perché sapeva che con un paio di chandelier sarebbe andato sul sicuro, e la mia collezione in pochi anni aveva raggiunto e superato quota cento. Erano altri tempi e altre enriche.


Poi è arrivata la svolta minimal, i tiny jewel ed ecco che i miei orecchini (il cui comune denominatore era sempre più grandi sono e meglio è ) si sono rassegnati a rimanere in un improbabile porta gioie a tre piani. Nel frattempo anelli e collane dalla maglia e trama sottile si sono fatti largo, ho rispolverato le perle regalo dei 18 anni e ho iniziato a cambiare orecchini giusto nel weekend.



La moda però è un continuo revival si sa, e ne gli ultimi mesi dopo aver creduto più di una volta di trovarmi in una scena di Beverly Hills in mezzo a ragazze che indossavano crop top, mum jeans e Gazelle di Adidas, mi sono ritrovata a vivere il mio personale back to ‘90. Sarebbe più giusto dire back to 2000 perché va bene 30 anni ma concedetemi che negli anni ‘90 ero troppo piccola.
Ho riaperto infatti l’improbabile portagioie e tirato fuori maxi cerchi e chandelier che ho così riscoperto, iniziando ad indossarli con una coda bassa raccolta, scimmiottando (mi sono resa conto incosapevolmente) Bianca Brandolini d’Adda nella campagna Dolce e Gabbana. 
Ogni revival però si accompagna sempre a nuove passioni e la mia nuova passione sono gli anelli. Dai modelli chevalier (dal mio ormai non mi saparo mai) a quelli più sofisticati e d’effetto. Perché lo abbiamo imparato, a volte basta una t-shirt e un paio di jeans con un solo dettaglio che faccia la differenza per essere perfette con poco. E se quel dettaglio è un anello di MVP Creations la differenza è presto servita.


MVP nasce nel 2013 dalla mente creativa di Maria Vittoria Paolillo giovane designer romana, nata e cresciuta a pane e gemme preziose (Paolillo dal 1880 è sinonimo di diamanti e gioielli). La passione e gli studi in gemmologia, e la voglia di affermarsi con un suo brand l’hanno spinta ancora giovanissima a fondare un suo marchio. I gioielli, e in particolare gli anelli, disegnati da Maria Viattoria hanno linee e geometrie definite e un design stilizzato e sofisticato.

alcuni scatti dal profilo IG di Maria Vittoria designer di MVP
In pochi anni le sue creazioni si sono viste indossate da it girl e influencer, hanno conquistato le vetrine di alcune importanti boutique in giro per l’Italia e non ultimo alla Milano Fashion Week della scorsa settimana MVP ha sfilato sulla passerella di Trussardi con una mini collezione, disegnata in esclusiva per la casa di moda del Levriero, dalle finiture rosa.
Trussardi credit Flair Magazine

MVP for Trussardi
Maria Vittoria è la testimonial più riuscita delle sue creazioni e se la seguite su Instagram capirete presto il perché; i suoi gioielli si possono portare dalla mattina alla sera e sono perfetti per ogni outfit dal rock glam ad uno stile più classico e sofisticato. Non passano certo inosservati e lo stile è così moderno e il design nuovo da evitare quella sensaizone di già visto, a cui ci siamo abitutate. L’anello Cage, sia nella versione single che in quella double, è ormai diventato iconico per il brand ed è il primo da mettere in wishlist. Una gabbia super chic da indossare con disinvoltura.

Dulcis in fundo i prezzi sono del tutto accessibili considerando che sono gioielli realizzati a mano. L’anello Cage in argento lo potete acquistare online e il costo è di 65,00 euro.



Leggi anche questi

0 commenti

Iscriviti