FOODIE GUIDE / ANDALUSIA

mercoledì, ottobre 26, 2016

Bar El Comercio - Siviglia
In Spagna si mangia bene un po' dovunque, anche quando aprendo il menu e vedendo mille formule che partono dall'antipasto e arrivano al dolce capiamo di essere finiti in una trappola da turisti.  Anche quando ordinate Paella e capite che lo zafferano non è stato certo utilizzato in pistilli né il pesce comprato fresco al mercato. Eppure la cucina spagnola è così saporita da risultare sempre gustosa e appagante. Magari non tutte le cene saranno memorabili ma difficilmente vi alzerete con la rassegnazione di aver sprecato un pranzo.
Sarà perché gli spagnoli condividono con noi lo spirito mediterraneo, sarà che sono produttori di alcune delle materie prime fondamentali in cucina (l'olio su tutti) sarà che i ritmi lenti spagnoli contribuiscono a farti godere di ogni momento ma io in Andalusia ho quasi sempre mangiato bene. Nonostante alle volte, causa orari e giorni di chiusura dispettosi, io non sia riuscita a provare tutti i ristoranti che avevo selezionato prima della partenza.

DOVE MANGIARE A MALAGA

COLAZIONE

I churros di Casa Aranda

I migliori churros con cioccolata sono quelli della storica Casa Aranda, i più buoni gustati durante tutto il viaggio insieme a quelli di Café El Comercio a Sevilla. Tra gli indirizzi storici in città anche il Café Central: un ampio plateatico direttamente su una delle piazze principali di Malaga, Plaza de la Constitución. Prezzi contenuti (da noi in Italia un posto del genere costerebbe almeno il doppio) e un'ottima soluzione, se non avete la colazione inclusa nella vostra prenotazione alberghiera, per fare colazione con una bella vista.

CASA ARANDA
Herrería del Rey, 3, 29005 Málaga, Spagna

CAFÉ CENTRAL
Plaza de la Constitución, 11, 29005 Málaga, Spagna

TAPAS

A sinistra tapas di El Tapeo de Cervantes, a destra Uvedoble
Le migliori di tutto il viaggio! La scena gastronomica di Malaga e di tutta la Costa del Sol mi ha inaspettatamente sorpreso per quanto viva (non a caso la maggior concentrazione di segnalazioni Guida Michelin dell'Andalusia è in questa zona). Tapas gourmand e porzioni realmente da tapas, così da consentirvi di poter scegliere 3/4 porzioni per un pranzo o una cena senza eccessi. Una citazione particolare per El Tapeo de Cervantes, un piccolissimo locale nel centro della città con tapas ricercate e sapori nuovi (il sale rosa alla barbabietola è stato una scoperta). Prenotazione obbligatoria quasi sempre in tutti i locali. Per un pranzo veloce (a cena potrebbe deludervi) tappa obbligatoria allo storico El Pimpi, un locale dove ordinare i piatti della tradizione e lasciarsi coinvolgere dal fascino (a tratti turistico) della fama del ristorante. 

UVEDOBLE
Calle Cister 15, 29015 Malaga, Spagna
EL PIMPI
Calle Granada, 62, 29015 Málaga, Spagna
EL TAPEO DE CERVANTES

Calle Carcer 8, 29012 Malaga, Spagna

DOVE MANGIARE  - COSTA DE LA LUZ

La bella e selvaggia Costa de la Luz è famosa per la pesca del tonno rosso e il paese dove insospettabilmente si trovano alcuni dei migliori ristoranti è Barbate. L'insospettabilità, è il caso di dirlo, è dovuta al poco interesse che un piccolo paese come Barbate suscita; non spicca per particolari bellezze artistiche o per una spiaggia affascinante al pari di quelle di tutta la zona (non me ne vogliano gli abitanti). Qui però ci sono due locali, tra loro opposti, dove gustare il tonno rosso proposto in molte varianti, da quella gourmand al limite dello stellato, a quella più tradizionale da osteria di paese.

Se siete in zona, soggiornate magari a Tarifa o Zahara, vale la pena la sera raggiungere Barbate e provare El Campero e la Pena del Atun, quest'ultimo un vero e proprio club della pesca chiassoso e caratteristico e decisamente distante anni luce dalla classe e dal servizio del primo locale, non per questo meno meritevole.
El Campero


EL CAMPERO
Avda. Constitución, Local 5C, 11160 Barbate, Cádiz 

PENA DEL ATUN
Calle Ancha, 35, 11160 Barbate, Cádiz

DOVE MANGIARE A CADICE E JERES DE LA FRONTERA

Cadice rimane per me una tappa obbligatoria in un viaggio alla scoperta dell'Andalusia, e camminando tra le sue caratteristiche viette capirete presto il perché. Il centro storico, molto più che in altre città, è ricco di caffè tradizionali decorati con Azulejos e invitanti pasticcerie che molto spesso guardano al Marocco per materie prime. Da non perdere i confetti ai pinoli e l'immancabile torrone proposto in mille versioni come del resto in tutta l'Andalusia. La sera i tapas bar si riempono facilmente e la prenotazione è quasi obbligatoria, anche se con un bicchiere in mano l'attesa è sempre piacevole. A pranzo il Mercado Central è un'ottima soluzione per testare lo streetfood locale, uno dei migliori mercati visitati, unica pecca: poche pochissime sedie, se siete stanchi dovrete riposarvi altrove.

A Jerez invece non si può che pasteggiare a suon di tapas e Sherry, anche se probabilmente provata l'esperienza di cenare con un vino marsalato preferirete il buon vecchio bianco o rosso. I locali tipici di Jerez sono i Tabancos (simili alle nostre osterie), qui l'obiettivo principale è bere e molto spesso le proposte gastronomiche sono meno varie, meglio quindi riservare l'esperienza al dopocena.

Ultramar&Nos

MERCADO CENTRAL  
Plaza Libertad s/n, 11005 Cadice

ULTRAMAR&NOS (meglio prenotare) 
Calle Enrique de las Marinas 2 , Cadice

CASA HIDALGO
Plaza Catedral, 8, 11005 Cadice

ALBORES  
Calle Consistorio, 12, 11403 Jerez de la Frontera

TABANCO PLATEROS  
Calle Francos | 11403, Jerez De La Frontera


DOVE MANGIARE A SIVIGLIA

Cafè El Commercio

A Siviglia ce n'è per tutti i gusti: dai locali di tendenza lungo le sponde del Guadalquivir dove i giovani sivigliani (o i ragazzi in Erasmus) fanno l'aperitivo, ai tapas bar gourmand fino ai club dove ammirare spettacoli di Flamenco sorseggiando un bicchiere di Agua de Sevilla. La scena gastronomica mi è sembrata subito interessante e per questo la delusione è stata tanta nel non poter cenare in molti dei locali che mi ero segnata. Il motivo? Sono capitata a Siviglia tra domenica e lunedì: due giorni di chiusura di molti ristoranti. L'acquolina in bocca è rimasta. Dunque lascio scritti anche gli indirizzi non testati.

Menzione d'onore a Siviglia per i churros di Cafè El Comercio dove potete anche in alternativa fare colazione alla maniera tipica andalusa con un panino caldo, olio e zucchero; altra menzione per i biscotti angelici di Los Angelitos (che ancora sogno) e le tapas di Sal Gorda. Delusione invece per il Mercado Lonja del Barranco, un mercato gourmet di quelli ormai diffusi anche da noi in Italia (per citarne uno il Mercato Centrale di Firenze), poche le proposte veramente interessanti e prezzi in media molto alti. A Siviglia c'è di meglio e a meno. 

COLAZIONE e PASTICCERIE

CAFE BAR EL COMMERCIO
Calle Lineros 9, 41009 Siviglia

LA CACHARRERIA
Calle Regina 14, 41003 Siviglia

PASTELERIA LOS ANGELITOS
Calle Sta. María la Blanca, 9, 41004 Sevilla, Spagna

TAPAS E CUCINA

VINERIA SAN TELMO
Paseo Catalina de Ribera 4, 41004 Siviglia

SAL GORDA
Calle Alcaiceria de La Loza 23, 41004 Siviglia

NO - LUGAR THE ART COMPANY

Calle Trajano Nº 16, 41002 Siviglia

Sal Gorda

FLAMENCO

LA CARBONERIA
Calle Levíes, 18, 41004 Sevilla, Spagna


(Vi sembrerà turistico, vi sembrerà un garage, vi sembrerà caotico ed in effetti La Carboneria è questo e molto di più. Riesce però ad essere anche autentico nonostante i visi provenienti da mille paesi e il menu stampato su foglio che vi consegneranno all'entrata. Non lasciatevi ingannare: una volta entrati ne sarete felici, troverete posto tra giovani spagnoli intenti a socializzare e turisti di ogni paese che come voi proveranno l'Agua de Sevilla in attesa di un coinvolgente e sensuale spettacolo di Flamenco dove magari a ballare sarà un uomo.)


I RISTORANTI CHE NON HO POTUTO PROVARE (PERCHÉ CHIUSI PER TURNO DI RIPOSO) E CHE MI ERO SEGNATA


ESLAVA
Eslava, 3, 41002 Siviglia

OVEJAS NEGRAS  
Calle Hernando Colon 8, 41004 Siviglia

CASA RICARDO-ANTIGUA CASA OVIDIO             
Calle Hernan Cortes 2 | Calle, 41002 Siviglia

DOVE MANGIARE A CORDOBA

Bar Santos

Il lato foodie di Cordoba non è diverso da quello artistico: incostante. A Cordoba sono rimasta a bocca aperta nell'ammirare alcune delle architetture più belle mai viste e sono rimasta delusa nel constatare che la città non aveva una centro degno della sua storia e di alcuni quartieri. Nella Cordoba culla della cucina Andalusa, dove nasce il Salmorejo e alcune delle zuppe più famose della cultura spagnola, ho gustato una delle migliori Tortilla (Bar Santos) e sperimentaTo anche la peggior cena di tutto il viaggio (sono buona, non cito il ristorante). Menzione questa volta positiva per un mercato gourmet che non delude (Mercado Victoria)  e che è un'ottima soluzione sia pranzo che a cena, e perfino dopocena: più di una ventina di stand di streetfood a prezzi contenuti e con posti a sedere. 

TAPAS

BAR SANTOS
Calle Magistral Gonzalez Frances 3, 14003 Cordova

TABERNA LA MONTILLANA
Calle San Alvaro 5, 14003 Cordova

MERCADO VICTORIA
Victoria Avenue, Cordova, Spagna

DOVE MANGIARE A GRANADA

A Granada ho prima di tutto gustato dolci, le vetrine delle pasticcerie si sono rivelate presto decisamente troppo tentatrici per contenere la mia voglia di provare dolcetti, che sembravano il perfetto incontro tra mondo arabo e occidentale. Così uno tira l'altro mi sono ben presto ritrovata a fermarmi ad ogni angolo ad acquistare biscotti da passeggio che durante il viaggio solo a Siviglia avevano così tanto destato la mia attenzione. Non di solo dolci si vive (peccato) e in mezzo ad alcune proposte molto turistiche e dal menu arabo, abbiamo trovato più di un ristorante valido che mi ha lasciato però con un dubbio non risolto sulla vivacità della scena gastronomica locale. Forse mi sono concentrata troppo sui dolci?

El Quinteto vi lascerà perplessi all'entrata con un arredamento da discobar e uno schermo che passa in rassegna le fotografie dei piatti proposti; le premesse non vi sembreranno delle migliori (al punto che se siete come me penserete subito 'dove sono finita?'). L'abito non fa il monaco e il palato qui viene soddisfatto, le tapas sono gargantuesche e più da osteria che gourmand, messe da parte per una volta le velleità da critico stellato rimarrete contenti anche della materia prima e del tiramisù alla mela che per sfida avete ordinato. Picoteca 3maneras è stato invece uno dei pochi locali di sempre dove durante un viaggio sono ritornata. Ottime proposte e dopo la prima cena attratti dal menu intrigante abbiamo deciso di tornare.

Menzione d'onore infine alla tradizione della tapa di Granada, qui si conserva ancora l'abitudine di servire una tapa per ogni bevanda ordinata sia a pranzo che a cena. Potete quindi trovare ristoro da Espadafor (locale caratteristico senza pretese ma da provare a pranzo) ordinando solo da bere una birra e aspettando la tapa.

PASTICCERIE

PASTELERIA LOPEZ MEZQUITA
Calle Reyes Católicos, 39, 18001 Granada


OLYMPIA CAFETERIA PASTELERIA 
Gran Via Colon 21, 18001 Granada

TAPAS

EL QUINTETO
Calle Solarillo de Gracia, 4, 18002 Granada

PICOTECA 3MANERAS
Calle Santa Escolastica 19, 18009 Granada, Spagna

BODEGAS ESPADAFOR
Calle Tinajilla, s/n, 18001 Granada


Picoteca 3maneras

Leggi anche questi

0 commenti

Iscriviti