MODA / H&M LANCIA UN NUOVO BRAND

mercoledì, novembre 09, 2016



La notizia è da segnare in agenda anche se per ora non si sa molto del nuovo brand del colosso svedese. Quello che ci è dato sapere è che il primo negozio di P Eleven, questo il nome dell’etichetta, aprirà entro la fine dell’anno al numero 224 di Regent Street negli spazi che prima ospitavano Banana Republic.

P Eleven sarà quindi la settima etichetta del gruppo, quali sono però le altre sei? Se infatti anche le meno informate sanno che il minimale Cos e il sofisticato & Other Stories appartengono ad H&M, vi stupirà forse sapere che ci sono altri tre marchi (di cui uno famoso) che sono membri alla stessa famiglia. 

uno store Cos

COS

Anno di Nascita: 2007
Prezzi: un paio di jeans in media 70 euro
I negozi Cos in Italia: 8 gli stores attualmente presenti nelle principali città italiane (Milano, Bologna, Firenze, Verona, Roma e Torino). Shoponline disponibile in tutta Italia. 

Curiosità: il target di Cos (Collection of Style), il primo della famiglia ad essere lanciato dopo H&M, si rivolge da subito ad un pubblico attento ai dettagli, al design e amante dell’arte. Prezzi più alti per una qualità migliore rispetto alla media H&M.

uno store Weekeday

WEEKDAY

Anno di nascita: 2008
Prezzi: un paio di jeans in media 40 euro
I negozi Weekday in Italia: non si sono store in Italia del brand. 25 attualmente i negozi aperti in Europa, tutti tra Svezia, Germania, Olanda, Austria e Danimarca. Disponibile lo shoponline anche per l'Italia o eventualmente su Asos.

Curiosità: stile giovanile e basic, con un’attenzione particolare al mondo denim. Palette di colori che va dal grigio al nero e che rispecchia molto lo stile scandinavo. Il brand forse per questo suo mood è per ora presente principalmente nel paesi del Nord Europa.
uno store & Other stories

& OTHER STORIES
Anno di Nascita: 2013
Prezzi: un paio di jeans in media 65 euro
I negozi & Other Stories in Italia: 4 i negozi in Italia, presenti a Milano, Roma, Bologna e Torino. Disponibile lo shoponline.

Curiosità: l’ultima delle etichette lanciate da H&M (prima di P Eleven s’intende) è un brand di moda (che fa moda) a tutto tondo. Una collezione cha spazia dall’abbigliamento, agli accessori fino ad una ampia gamma beauty che in poco tempo ha guadagnato il favore del pubblico. Molte le Capsule firmate con designer e stilisti emergenti che ne hanno contribuito ad affermare la fama di & Other Stories in soli 3 anni.

uno store Monki

MONKI


Anno di nascita: 2008
Prezzi: un paio di jeans in media 30 euro
I negozi Monki in Italia: non ci sono negozi in Italia. Monki è presente in molti città europee dla nord fino a Parigi e Londra e in Asia. Disponibile per l'Italia lo shoponline o eventualmente su Asos. 

Curiosità: 
colorato e divertente il mondo Monki strizza l’occhio con i social alle giovani ragazze. Oltre alla collezione di abbigliamento, un punto forte sono gli accessori di lifestyle con qualche oggetto interessante (e low cost) per chì è appassionato di stationary da Pinterest Style.
un corner Cheap Monday

CHEAP MONDAY

Anno di nascita: 2000
Prezzi: un paio di jeans in media 45 euro
I negozi Cheap Monday in Italia: non ci sono negozi monomarca in Italia (e solo cinque sono quelli in tutto il mondo a Londra, Parigi, Copenaghen, Pechino e Shenyang). Molti però i corner presso i grandi magazzini, piccoli negozi indipendenti o da Urban Outiftters. Disponibile anche lo shoponline.

Curiosità: nasce come negozio di seconda maan a Stoccolma, che poi sviluppa una propria collezione. Il nome è dovuto alla sola apertura domenicale del negozio. Viene comrpato da H&M nel 2008.

uno store H&M

H&M

Anno di nascita:
1947
Prezzi: un paio di jeans in media 25 euro
Dove comprare in Italia H&M: il brand svedese è ormai presente a macchia d’olio in tutto lo stivale. Ultima apertura la scorsa settimana nella città di Ancona. Disponibile lo shoponline anche per il reparto Home.

Curiosità: la prima collaborazione esclusiva di H&M è del 2004 ed è firmata da Karl Lagerfeld. In poche ore dalla sua distribuzione un po’ sorprendentemente è sold out nelle principali città, così da costringere il brand a rifornire gli stessi stores prelevando da quelli minori i pezzi non ancora venduti. Le successive diventeranno un vero e proprio evento gestito solo su negozi selezionati. 

Leggi anche questi

0 commenti

Iscriviti