VIAGGI / POMPEI ED ERCOLANO

martedì, novembre 22, 2016


Ci sono viaggi che meritano di essere fatti prima di altri. Napoli è arrivata più tardi del previsto, ma quando è successo il primo pensiero è andato subito anche a Pompei. 

Alle medie per l'estate la professoressa ci fece leggere un libro che raccontava l'eruzione del Vesuvio vista dagli occhi di un bambino. Me lo ricordo ancora bene, benché fosse un libro per ragazzi e non un'opera letteraria di grande pregio, ,mi aveva colpita e affascinata.  Così a distanza di ormai più di quindici anni mi sono subito entusiasmata all'idea di visitare gli scavi di Pompei. Credevo fosse  una di quelle cose da fare nella vita, non credevo però che sarei rimasta a lungo a bocca aperto. Pompei è da vedere subito, appena possibile. 

VISITARE POMPEI ED ERCOLANO IN GIORNATA

Visitare Pompei ed Ercolano in giornata è possibile, con un po’ di organizzazione, se la vostra visita è prevista tra la primavera e l’autunno. Gli orari di chiusura dei siti si accorciano di due ore dal 1 novembre (giorno indicativo meglio sempre controllare) e diventa impossibile quindi in questo periodo prevedere una visita combinata.

Inutile negare che Pompei ha un fascino e una bellezza ineguagliabile, se il tempo a disposizione è limitato e dovete per forza operare una scelta quella non può ricadere su visitare prima Pompei.

Sfruttando l’ultimo giorno di apertura di Ercolano fino alle 19.30 abbiamo deciso di visitare entrambi. Siamo partiti da Napoli in direzione Pompei, abbiamo visitato il sito e di ritorno siamo scesi a Ercolano. Il biglietto cumulativo per entrambi i siti è di 22 euro e si può fare online (meglio soprattutto in estate quando le code sono estenuanti) o direttamente alle biglietterie a Pompei. 


COME ARRIVARE A POMPEI E AD ERCOLANO

Da Napoli si possono raggiungere entrambi i siti comodamente in treno; la linea è la Circumvesuviana ed effettua entrambe le fermate. La prima è Ercolano Scavi e dista circa 12 minuti da Napoli, ad altri circa 10 minuti c'è la fermata Pompei Scavi. 
Per visitare entrambi i siti in giornata una buona soluzione può essere quella di partire da Napoli fermarsi a Pompei visitare gli scavi, e al ritorno scendere ad Ercolano Scavi.

VISITARE POMPEI

Pompei, lo scoprirete subito è molto grande (ed è anche questo uno dei motivi per cui si rimane meravigliati ad ogni angolo dello stato di conversazione di quella che è a tutti gli effetti un’intera città). La Lonely Planet stima un tempo di vista di circa tre - quattro ore, personalmente credo sia una stima del tutto sbagliata. Anche iniziando la visita di mattina presto meno di sei ore non vi basteranno per perdervi alla scoperta di questo sito unico al mondo. Vi troverete a visitare una vera città a girare per strade, isolate e abitazioni ed è obbligatorio godersi tanta bellezza con i giusti tempi. 

ISTRUZIONI IMPORTANTI PER VISITARE GLI SCAVI DI POMPEI

  • Biglietti
La coda all’entrata per acquistare i biglietti d’estate può durare quasi ore. Scegliete di comprarli online per abbreviare l’attesa, anche in questo caso il ritiro è comunque alle biglietterie. 
  • Guida
Una sola mappa o una cartina non basta per cogliere l’essenza del sito e apprezzare i resti della città. All’entrata mille guide (autorizzate e non ) vi offriranno insistentemente un tour in partenza, noi abbiamo optato per le audioguide. Munitevi di contanti perché non è possibile noleggiarle pagando con bancomat o carta di credito. 
  • Punti ristoro
Attualmente l’unico punto ristoro all’interno del sito di Pompei è vicino all’entrata, un dettaglio da considerare se iniziate la visita la mattina e all’ora di pranzo vi troverete dall’altra parte del sito. Ricordatevi quindi di portarvi qualcosa da mangiare al sacco (il punto ristoro non è altro che l’Autogrill) o eventualmente gestire la visita in modo organizzato sui tempi. 
  • Tour
Lasciate Villa dei Misteri per ultima (come probabilmente vi suggeriranno) è la zona più distaccata dal ‘centro del sito’ e c’è un’uscita. Per riportare le audioguide non vi resterà che percorrere velocemente la strada esterna e consegnare all’entrata. 

VISITARE ERCOLANO

Gli scavi di Ercolano, al contrario di Pompei, sono parte integrante della nuova Ercolano. Se a Pompei una volta scesi dal treno, vi trovate subito di fronte ai resti della città immersi in un paesaggio quasi immutato su cui da lontano vigilia il Vesuvio, ad Ercolano non è così. 
Scendendo alla fermata Ercolano Scavi ci si ritrova in un moderno sobborgo di Napoli, e solo percorsa la via principale tra motorini e macchine si arriva all'entrata principale degli Scavi. Se all'inizio quindi la suggestione non è la stessa che all'arrivo a Pompei, una volta passato il cancello di ingresso alla vista del Golfo di Napoli tutto cambia. 

Ercolano è un sito molto più piccolo di Pompei, lo si può visitare in meno tempo ma non è da perdere. Abitazioni e lo stesso impianto della città sono meglio conservati rispetto a Pompei e ci si può fare l'idea di come si viveva al tempo in una cittadina di pescatore sul mare. 


Leggi anche questi

0 commenti

Iscriviti