VIAGGI / PERCHé UN VIAGGIO ON THE ROAD è PIù BELLO - secondo lucy

VIAGGI / PERCHé UN VIAGGIO ON THE ROAD è PIù BELLO

giovedì, aprile 27, 2017

Cadice - dal mio viaggio Andalucia on the road


“Basta seguire la strada e prima o poi si fa il giro del mondo. Non può finire in nessun altro posto, no?”

Per un’amante dei viaggi in auto, e più precisamente on the road non avere mai letto Sulla Strada di Jack Kerouac è un sacrilegio quasi al pari di confessare a Nanni Moretti che non si è mai assaggiata la Sachertorte. Il viaggio è una scoperta lo si dice sempre, e lo si dice perché è vero. Ognuno di noi è un tipo di viaggiatore, e spesso ne diventiamo uno diverso a seconda delle fasi della nostra vita. Io sono quasi sempre stata da viaggio a più tappe in auto, con alle volte mezzi di trasporto intermedi come bus e treni.

Le Mont - Saint Michel in auto da Parigi

PERCHé SCEGLIERE L'AUTO PER UN VIAGGIO

Nei miei viaggi in auto on the road non ho mai guidato, fatta eccezione per un’oretta questa estate in Andalucia (che credo sia poca cosa rispetto ai chilometri macinati negli anni dai miei accompagnatori). Scegliere di noleggiare l’auto imporrebbe di essere amanti della guida. Amore che non tutti possono rivendicare, ma che in un viaggio può sbocciare. Difficilmente ci si trova a vivere il traffico cittadino e invece si può godere di paesaggi e natura al punto che non vorrete più scendere dall’auto. L’unico ostacolo dell’auto in vancanza in una città che non conoscete è la partenza: se siete in una grande città come Parigi e dovete confrontarvi con il traffico di punta (ovvero 24 ore su 24) o se magari ad Edimburgo dovrete uscire dalla rimessa in curva guidando a sinistra potrete per un attimo pentirvi della scelta.   Superato però il momento sarà tutta una scoperta.

COME NOLEGGIARE L'AUTO

Il primo viaggio on the road è stato in Portogallo ed è stato uno dei più belli, non solo perché il primo non si scorda mai, ma perché siamo stati in pochissimi giorni (da studenti squattrinati) in grado di visitare città e paesini nascosti. Ci siamo concessi soste intermedie improvvisate alla scoperta di monasteri nascosti, concessione che senza auto non sarebbe stata possibile (e senza l'amico che si studia la notte prima in albergo gli itinerari ed è in grado di trovare anche quello che la Lonely non segnala). Da quel momento ho sempre cercato di organizzare viaggi che prevedessero un auto a noleggio, per essere libera (nonostante la mia maniacale organizzazione che sta sempre più raggiungendo livelli più umani) di improvvisare anche all'ultimo una cambio di rotta e di non essere schiava di orari.


Così prima di ogni partenza per risparmiare e non incorrere in brutte sorprese mi metto a cercare online l'auto a noleggio per il mio viaggio più conveniente e la prenoto subito, spesso pagando in anticipo con carta di credito per ottennere uno sconto più vantaggioso. Da non sottovalutare perché poi avrete dei costi come benzina e autostrada che incideranno sul vosto budget.

Sono una viaggiatrice seriale on the road ormai abbastanza esperta e che suggerisce sempre questo viaggio. Per raggiungere la massima expertise non mi resta solo che leggere finalmente Kerouac. 

Loch Ness - dal mio viaggio Scozia on the road
Efeso - dal mio viaggio Turchia on the road



Leggi anche questi

0 commenti

Iscriviti