VIAGGI / L'ISOLA DI MILOS

mercoledì, settembre 06, 2017

Sarakiniko

La mia conoscenza di isole greche fino a questo viaggio si limitava a Creta. Creta è indubbiamente la meta perfetta per chi non sceglie un’isola solo per il mare. Ci sono infatti alcuni siti archeologici tra i più famosi di Grecia, due delle spiagge più belle che io abbia mai visto (Elafonissi e Balos), diverse cittadine sul mare con fortezza veneziana da visitare e poi il cibo. A Creta si mangia bene ovunque perché tutto viene prodotto nell’isola (questo discorso credo in realtà valga per tutta la Grecia). A distanza di anni ricordo la vacanza a Creta come una delle più belle e spensierate (complice chissà anche il villaggio hippie di Matala).

Creta è talmente grande e in certi casi caotica da deludere chi vive nel mito dell’isoletta greca dalle casette bianche, con borghi di pescatori e spiagge da raggiungere con immensa facilità. Quelle sono le Cicladi ed è tutta un’altra storia che nel mio caso si chiama Milos.
Firopotamos

La scelta dell’isola vulcanica di Milos è stata casuale quanto azzeccata. Era facilmente raggiungibile con i traghetti da Atene e a poche ore anche da Santorini, seconda isola scelta come ultima tappa del viaggio. Chiunque ci fosse già stato ci ha inoltre assicurato che vantava alcune delle spiagge più belle delle Cicladi.

Milos è abbastanza grande per poter offrire ogni giorno una spiaggia diversa, e al contempo non troppo estesa da permettervi di girarla con facilità non impiegando quasi mai più dii venti minuti di tragitto.

Plaka


I principali centri sono Adamas
(dove c’è il porto più grande), Pollonia e Plaka un piccolo paesino dalle casette bianche che vi offrirà lo scenario ammirato in tante cartoline. La scelta delle spiagge dipende dal Meltemi, il vento forte che soffia sull’isola e che nel nostro caso ha reso proibitivo il bagno nelle spiagge a nord e ci ha costretto la sera a jeans e sciarpa.

Pollonia


GITA IN BARCA A MILOS

Una delle esperienze più belle vissute in tutta la vacanza è stata la gita in barca a Milos. Prima di partire avevo contattato diverse compagnie che troverete anche al porto di Adamas e ho optato per Thalassitra. I prezzi sono quasi sempre equivalenti, e tutte offrono un giro delle spiagge non visitabili via terra e comprendono anche il pranzo e qualche spuntino. Leggendo vari siti e recensioni avevo notato la qualità superiore del cibo di Thalassitra, la grandezza della barca e il numero contenuto di ospiti e in effetti non ha deluso. A bordo di una barca a vela (dove il Meltemi non ha dato fastidio) abbiamo visitato diverse spiagge con cinque diverse soste bagno, fatto una gita in gommone alla scoperta di Kleftiko e provato molte specialità isolane cucinate direttamente sulla barca. Partiti la mattina alle 10 abbiamo fatto ritorno alle 19 circa.

Io ho prenotato via mail prima della partenza, ma potete decidere di farlo due tre giorni  prima direttamente sul posto. Al porto di Adamas molte agenzie vendono i tour e potrete in caso valutare cosa preferite.

Prezzo: 70 euro (sarebbero state 85 per l’intero giro dell’Isola ma il Meltemi non lo permetteva)

Kleftiko
Kleftiko

 
alcune delle specialità gustate in barca

 

LE SPIAGGE PIù BELLE DI MILOS

SARAKINIKO - paesaggio lunare per la spiaggia più fotografata dell’isola. Bella davvero.

Sarakiniko

FIROPOTOMAS - non lontano da Sarakiniko il borgo di pescataori di Firopotomas ha un piccola e suggestiva baia dove fare il bagno e rilassarsi. Nei nostri giorni impraticabile causa Meltemi.

Firopotamos


FIRIPLAKA - la spiaggia più bella raggiunta via terra. Sabbia bianca, acqua cristallina e piccolo chiosco dove fare aperitivo o pranzare con prezzi più che onesti

Firiplaka

TSIGRADO - piccola spiaggia che ho visitato durante la gita in barca ma che con un po’ di agilità è possibile raggiungere anche via terra scendendo da una scaletta improvvisata ma a quanto pare collaudata

Tsigrado


PALIOCHORI - non la spiaggia più bella (gli standard sono sempre alti) ma una delle più tranquille nonostante la sua estensione. Nei giorni in cui il Meltemi soffia a nord è riparata e tranquilla. 

Paliochori


COME RAGGIUNGERE L’ISOLA DI MILOS


Milos è una delle isole cicladiche dotate di aeroporto, potete dunque raggiungerla con un volo interno da Atene (non disponibile tutti i giorni) o da Santorini. Una delle soluzioni più comode ed economiche rimane però il traghetto. Dal Pireo ne partono ogni giorno molti coprendo quasi tutte le fasce orarie e a seconda di quella più comoda varia anche il tempo di durata del percorso. Questo perché alcuni sono più veloci o altri mesi. Nel mio caso la durata del viaggio è stata circa di quattro ore e nonostante il mare un po’ mosso, aspetto del tutto naturale, è stato un viaggio tranquillo. I traghetti collegano in modo efficiente tutte le Cicladi e non solo, dunque anche arrivando a Santorini si può poi raggiungere Milos come alternativa ad Atene (il volo però dovrebbe essere più economico se scegliete la capitale).


I prezzi del biglietto del traghetto, c’è scritto sul sito di acquisto, variano e quindi viene suggerito di comprarli con largo anticipo per risparmiare. In realtà ho potuto notare controllando per curiosità quasi fino all’ultimo che almeno nel nostro caso per i due traghetti presi (Pireo - Milos e Milos - Santorini) il prezzo anche due giorni prima era sempre di 52 euro circa. Se quindi non avete ancora le idee chiare sul vostro itinerario di viaggio sentitevi liberi di decidere quasi all’ultimo.

DOVE MANGIARE A MILOS

Oh Amos
Uno dei ristoranti più apprezzati di tutto il viaggio. Al punto che per avere un tavolo (non accettano prenotazioni e noi eravamo in sei) abbiamo dovuto attendere quasi 45 minuti. Si cena in un giardino, il pane è fatt in caso e si possono provare mille specialità greche e isolane che hanno come materia prima legumi e verdure (il posto giusto per me).

Oh Amos


Apolous
Un po’ prima di Oh Amos, sempre ad Adamas, un locale vista spiaggia dove godere del pescato dell’isola.

Leggi anche questi

0 commenti

Iscriviti