VIAGGI / SANTORINI - secondo lucy

VIAGGI / SANTORINI

lunedì, ottobre 16, 2017



E quindi come è Santorini? La prima domanda che mi è stata posta al ritorno dal tour della Grecia era dedicata all’ultima tappa di questo viaggio alla scoperta della Grecia antica e dell’isola di Milos. Santorini ruba sempre la scena a tutti, è una prima donna e rimane una delle mete greche che tutti sognano.

La curiosità inutile nasconderlo era anche mia, e del resto ero già stata tentata da Santorini nel viaggio a Creta perché come ho avuto modo spesso di scrivere: Santorini è nell’immaginario di tutti l’isola greca per eccellenza. Quella che guadagna le copertine delle guide turistiche o esposta sui cartelloni nelle agenzie di viaggio.

Sarà tutto oro quel che luccica?


PERCHE' SCEGLIERE SANTORINI


I motivi potrebbero essere molteplici, la vera domanda da porsi però è cosa vi aspettate dalla vostra vacanza. Un lungo weekend romantico in un hotel da mille e una notte? Una settimana di divertimento e belle spiagge? Scenari da sogno?

Ho scoperto che Santorini è una meta super inflazionata da americani in viaggio di nozze, a visitare Oia non c’è da stupirsi. Il più famoso paese di Santorini stupisce per la quantità di boutique hotel vista Caldera con mini piscina privata. I più, curiosando online, abbiamo scoperto erano già tutti prenotati anche per il 2018. Una vacanza speciale è quella di cui si può godere alloggiando ad Oia, la struttura fa la differenza non solo per la vista ma anche perché le spiagge non sono certo comode e vicine, quindi starsene in hotel o in piscina è la soluzione migliore. Il tutto a dei prezzi stellari. Per chi può, o vuole concederselo Once in my life, deve essere un’esperienza da vivere. Non più di una settimana s’intende.

Se l’obiettivo è il divertimento probabilmente la vostra meta dovrebbe essere Mykonos. Anche a Santorini i locali non mancano ma la vera movida o noi non l’abbiamo trovata (e troppo cercata) o non è uno dei punti forti dell’Isola.

Se volete una vacanza di puro relax, che vi permetta di staccare da tutto, di godervi lunghe giornate in spiaggia da raggiungere con facilità probabilmente suggerirei Milos o un’altra isola ancora più piccola delle Cicladi. Le spiagge di Santorini non sono molte e non belle al pari di altre greche.



Da qui si potrebbe pensare che Santorini mi ha deluso? Assolutamente no! Era bella come me l’aspettavo, il tramonto scenografico come me lo avevano descritto e tutto perfetto e da cartolina. La scelta di trascorrere ‘solo’ due giorni credo sia stata però la più azzeccata. Uno in più lo avrei forse speso, ma credo che sia una meta da includere nel proprio viaggio e da visitare almeno una volta nella vita ma di farlo magari associando un’altra isola dove godere di più di pace e belle spiagge. Santorini e il suo panorama diventeranno la ciliegina sulla torta della vostra vacanza. Memorabile il tramonto (mi riprometto di rivederlo come si deve almeno un’altra volta) ma fare la coda ogni giorno per vederlo forse non è il massimo. 


COME VISITARE SANTORINI

Credo che il modo migliore per girare Santorini sia cercare un auto a noleggio, io l'ho fatto su NoleggioAuto.it . Soluzione che noi abbiamo preferito non solo perché eravamo in quattro ma anche perché il quad non ci è sembrata la soluzione più sicura. Al contrario di Milos dove le strade sono meno tortuose e banalmente ripide, Santorini è tutta in salita e ammetto mi ha dato l’impressione che i quad siano noleggiati con troppa leggerezza e possano diventare pericolosi. Molti ragazzi si affidano ai bus, credo siano almeno per il mio tipo di vacanza un po’ limitanti. In pochi giorni l’isola si ha piacere a visitarla in lungo e largo e magari anche solo la sera per andare nei centri più grandi. Credo quindi che come sempre l’auto sia in un viaggio itinerante è la soluzione migliore. 

LE SPIAGGE PIU' BELLE DI SANTORINI

Santorini non è famosa per le sue spiagge, questo lo scoprirete non appena inizierete ad organizzare il vostro viaggio. Essendo un’isola di origine vulcanica la sabbia è spesso nera e granulosa, e molte delle spiagge che potrete visitare non vi stupiranno come altre ammirate in Grecia ma per la loro particolarità vanno esplorare.


RED BEACH

Forse la più famosa di tutta Santorini. Deve il suo nome alla roccia rossa della sua scogliera, e il colpo d’occhio non appena arrivati è di tutto rispetto. Da inserire tra quelle da visitare ma non mi sentirei di consigliarla per un’intera mattinata o giornata di spiaggia. Causa pericolo di caduta sassi lo spazio per potersi distendere è ridotto ai minimi storici e preso d’assalto. C’è spazio massimo per due file di persone e si è letteralmente appiccicati come sardine. Chi è in prima fila rischia con molta facilità che un’onda travolga asciugamano e borsa e bagni tutto. 

Andatela a vedere cercando di arrivare di mattina presto, fatevi un bagno e andatevi a riposare da un’altra parte. 

note: prima di arrivarci avevo letto molto commenti di persone che suggerivano di munirsi di scarpe da ginnastica per percorrere il sentiero che portava alla spiaggia. Così lo abbiamo fatto anche noi. Io non mi considero una master di scalate e arrampicata quindi ma vi dico che un paio di Havaianas vanno benissimo. Il percorso prevede qualche piccola roccia come in qualsiasi spiaggia che abbia scogli, ma portare scarpe da ginnastica aggiunge peso. 

WHITE BEACH

Non ci sono andata. Leggendo varie e vedendo le foto abbiamo deciso di non salire sulla piccola imbarcazione che dalla Red Beach porta alla vicina (ma non raggiungibile agevolmente via terra) White Beach. Per chi ha più giorni può valere la pena, la sensazione è che come per la sua gemella rossa lo spazio per godere di un po’ di relax sia limitato. 

PERISSA BEACH

Perissa e tutto il suo litorale sono la vera spiaggia di Santorini. Attrezzata e abbastanza lunga da permettere camminate sulla sabbia nera. Qui ci sono i locali e mille ristorantini dove poter cenare anche la sera. Agevole da raggiungere e con acqua pulita. Rimane una spiaggia di origine vulcanica quindi i colori non sono caraibici, rimane però il punto di riferimento per un po’ di relax. 



AMOUDI BAY

La piccola baia di Amoudi si può raggiungere percorrendo una scalinata (simile a quella di Fira) che parte da Oia. Qui si trovano ristorantini e perfino due boutique. Camminando si raggiunge anche un piccolo scoglio dove poter fare il bagno. Anche in questo caso lo spazio è talmente limitato da non poterlo considerarlo per un intero pomeriggio di mare ma giusto per un tuffo.


COSA NON PERDERE A SANTORINI

FIRA E IMEROVIGLI

I due paesi si possono visitare in un'unica e panoramica camminata che partendo da Fira porta fino a Imerovigli. Le stradine di questi centri sono, soprattutto in agosto, prese d'assalto c'è solo da perdersi per gordersele appieno. Con la speranza che non siate arrivati troppi tardi per trovare un parcheggio. 

OIA

Non serve suggerire di visitare Oia, serve al massimo suggerire di andarci quanto prima nel pomeriggio per godersela quando ancora non è invasa di turisti che aspettano il tramonto. Da non perdere la libreria Atlantis. 

PYRGOS 

Un altro paesino molto caratteristico da visitare è Pirgos, un borgo arroccato con vista su Caldera. Se si ha poco tempo a disposizione un'ottima soluzione è andarci verso sera per poi cenare all'ottimo Cava Alta. 

LA GITA SUL VULCANO E NEA KAMENI

Ogni giorno dal porto di Fira partono dei piccoli tour di circa tre ore per visitare il cratere del vulcano, con una seconda sosta per un bagno nelle acque termali di Nea Kameni. Si possono acquistare i biglietti anche il giorno prima in una delle tante rivendite che si trovano in giro per le stradine di Fira. L'escursione è interessante per capire meglio la conformazione dell'isola e la sua formazione. Per chi vuole fare il bagno importante munirsi di un costume a cui non si tiene particolarmente perché verrà rovinato dalle hot springs. 



Leggi anche questi

0 commenti

Iscriviti